bisteccheria a Napoli

Quale carne alla brace chiedere in una bisteccheria a Napoli

Amante della carne? Nonostante l’approssimarsi dell’autunno resta stuzzicante l’idea di una buona grigliata di carne e, affinché questa possa riuscire alla perfezione, è indispensabile l’utilizzo delle migliori tipologie di carne, imparando a distinguerle anche i base ai tagli. Alcuni tipi di carne, nonostante la cottura alla brace sia abbastanza flessibile, non sono adatti alla brace. Per questo, andiamo a scoprire insieme le principali tipologie di carne da usare per una grigliata perfetta!

La carne di manzo

Qualitativamente è la carne migliore da fare alla brace. La sua struttura molecolare è molto adatta alle alte temperature e permette una cottura ottimale. Morbida e gustosa, i tagli più diffusi sono quelli tipici della cucina italiana, come la classica bistecca alla fiorentina, la scottona, il filetto e la lombata. Esistono, poi, gli amanti dei pregiati tagli esteri, come quelli delle carni argentine e irlandesi o chi è costantemente alla ricerca dell’Angus americano Napoli, nella speranza di poter assaggiare quella carne dal sapore intenso che caratterizza i barbecue americani.

La carne di maiale

La carne di maiale è senza ombra di dubbio la regina delle grigliate miste: salsicce, puntine o costate, rese ancor più prelibate dagli strati di grasso esterni che, sciogliendosi, impediscono alla carne di diventare dura e asciutta. Se siete alla ricerca di ristoranti che preparino la carne alla brace a Napoli, con ogni probabilità troverete un menù ricco di interessanti piatti a base di maiale.

Il pollo e l’agnello

Anche le carni di pollo, vitello ed agnello possono essere cotte alla griglia con dei risultati eccellenti. Trattandosi, però, di carni più tenere, nella nostra braceria a San Giuseppe vesuviano le sottoponiamo ad alcune pratiche preliminari, come la marinatura, magari in intingoli con olio,limone ed erbe aromatiche (per una ricetta più fresca) o nella birra, che ne preserverà la morbidezza.


pizzerie a Napoli e provincia

Tre pizze imperdibili nelle pizzerie a Napoli e provincia

Mangiare una pizza a Napoli è una sensazione unica, capace di risvegliare tante emozioni e dare stimoli all’olfatto, al gusto, alla vista e al tatto.

Esistono alcune pizze che sono assolutamente imperdibili, specie nel caso in cui la vostra dovesse essere la prima visita a Napoli e provincia. La scelta più semplice, ma al contempo più saporita, è la Marinara: composta esclusivamente da pomodoro, aglio, olio, origano e basilico, viene reputata una pizza da veri intenditori. L’impasto per questa (ma anche per tutte le altre) pizza è di fondamentale importanza e la cottura deve essere impeccabile.

In seconda battuta, ma non meno importante, viene la vera regina delle pizzerie a Napoli e provincia, vale a dire la Margherita: pomodoro, fior di latte, olio e basilico sono gli unici ingredienti di questa specialità della nostra cucina. L’unica modifica concessa è quella di sostituire la salsa di pomodoro con un dolce pomodorino del Piennolo.

Oltre ai grandi classici della tradizione, il menù di pizze offerte dalla Pizzeria-Ristorante La Locanda degli Amici è molto variegato e ricco di offerte, tutte preparate con i migliori ingredienti della terra e come tradizione delle pizzerie dei paesi vesuviani comanda.

Un mix di sapori tradizionali e profumi genuini che incantano il palato ma soprattutto spopola tra chi è alla ricerca di pizza d’asporto a San Giuseppe Vesuviano per godere della bontà della nostra pizza nella comodità di casa propria!


pizzerie di napoli e provincia

Sana, con poche calorie ma buonissima: è la pizza!

La pizza piace a tutti. C’è chi la mangerebbe ogni giorno senza mai stancarsi del suo sapore unico al mondo. Non è un caso, allora, se questa pietanza è diventata una delle invenzioni italiane più amate all’estero, pur avendo spesso un apporto calorico molto importante.

Esistono, però, dei casi in cui è possibile non rinunciare ad una buona pizza, anche quando si è a dieta. Alcune pizzerie nei paesi vesuviani, ad esempio, preparano la pizza in modo particolare, facendola lievitare per molte ore, ed usando degli ingredienti genuini e poco calorici.

Se proprio non potete resistere al suo gusto, sappiate che potrete cedere alla tentazione, a patto di scegliere una pizza che non abbia troppe calorie o troppi grassi. Ecco, allora, cosa ordinare quando, con gli amici o da soli, vi troverete in una delle pizzerie di napoli e provincia.

  1. Pizza margherita (con poca mozzarella): una pizza normale conta 700 calorie, ma se riduciamo la dose del formaggio possiamo risparmiare un po’. Chiedete anche di non mettere olio sulla pizza, un ulteriore risparmio.
  2. Pizza con verdure grigliate: poca mozzarella e verdure fresche cotte alla griglia, condite con pochissimo olio extravergine di oliva, rigorosamente a crudo per non sentirvi in colpa.
  3. Pizza rucola e grana: una base di pomodoro, magari pomodorini del piennolo, niente mozzarella e sopra tanta rucola e una pioggia delicata di grana. Anche in questo caso, la raccomandazione è di non esagerare, visto che si tratta pur sempre di un formaggio.

Insomma, se mangiata in modo corretto, la pizza può essere davvero un alimento sano, oltre che soddisfacente per il palato. Per questo, se siete in cerca di una pizzeria a San Giuseppe Vesuviano, un buon compromesso per chi cerca pasti meno calorici e chi non vuole rinunciare al gusto della tradizione può essere La Locanda degli Amici: la sua apertura risale a oltre 40 anni fa e ancora oggi questo ristorante è un punto di riferimento per i cittadini e per chi decide di andare a mangiare in zona vesuviana.


cucina tipica napoletana

I migliori piatti della cucina tipica napoletana

Tra le tante specialità culinarie che hanno reso famosa in tutto il mondo, la cucina napoletana offre alcuni piatti davvero imperdibili per chi si trova, anche solo di passaggio, a Napoli e dintorni. Ecco perché, a chi vuole assaggiare i migliori piatti della cucina tipica napoletana, abbiamo deciso di consigliarne tre, da gustare in un’atmosfera calma e rilassata, in maniera tale da poterne godere pienamente.

Il piatto della domenica per eccellenza: tra gli imperdibili, c’è sicuramente lo gnocco alla sorrentina: gnocchetti fatti a mano, conditi con mozzarella e serviti in un tegamino di terracotta o porcellana, dopo essere stati infornati per poco più di dieci minuti. Il loro profumo, già irresistibile di suo, sarà reso ancora più piacevole dall’aggiunta di una foglia di basilico.

Tra le specialità napoletane più conosciute al mondo, è impossibile non suggerire la pizza margherita napoletana, preparata solo con pomodoro San Marzano o pomodorino del Piennolo del Vesuvio, olio e mozzarella di bufala e cotta nel forno a legna. Alcune pizzerie in zona vesuviana la preparano nel ruoto , una teglia solitamente in rame nella quale l’impasto è cotto in forno a temperature più basse rispetto a quelle utilizzate per la pizza napoletana.

Il ragù alla napoletana è, infine, uno dei condimenti più conosciuti della cucina partenopea. Si tratta di un sugo di pomodoro con pezzi di carne e una cottura lunghissima, ottimo per condire la pasta fresca. Recentemente tornato alla ribalta sui piatti dei ristoranti, oggi il ragù è una delle specialità di tante bracerie e ristoranti di carne a Napoli.